Psicofisiologia 2018-04-27T19:01:26+00:00

Psicofisiologia

La psicofisiologia si occupa dello studio e comprensione del rapporto che lega meccanismi fisiologici (come la frequenza o la variabilità cardiaca, l’entità della tensione muscolare, il ciclo del respiro, la conduttanza cutanea) alle funzioni mentali. La psicofisiologia clinica ha l’intento applicativo di modificare e modulare i meccanismi fisiologici al fine di avere ripercussioni e miglioramenti sia a livello di benessere psicologico oltre che fisico. Nella pratica clinica questo approccio si traduce nella rilevazione di attività fisiologiche anomale della persona come, ad esempio un’esagerata risposta cardiovascolare a determinati eventi che con il passare del tempo può portare ad una stabile ipertensione arteriosa.
Le tecniche utilizzate in questo ambito permettono di rilevare con modalità dirette o indirette il funzionamento di organi o strutture nervose. Infatti, l’aumento o diminuzione della conduttanza cutanea è una risposta a seguito dell’attivazione delle ghiandole sudoripare in relazione a specifici comportamenti osservati o con specifici aspetti dei processi percettivi, cognitivi o affettivi associati.
Le tecniche psicofisiologiche utilizzate all’interno del centro CMP-San Michele sono il neurofeedback e il biofeedback. Queste metodiche tramite la misura accurata, l’elaborazione, e la restituzione di feedback informativi sui cambiamenti dei biosegnali centrali (neurofeedback) o periferici (biofeedback) permettono di impostare percorsi di intervento sulla consapevolezza e sul controllo delle reazioni fisiologiche, in un’ottica di promozione del rilassamento, di gestione dello stress, di recupero funzionale, di potenziamento delle abilità cognitive.
La psicofisiologia è “una vecchia idea ma una nuova scienza” (Greenfield e Sternbach) che appartiene alle neuroscienze e parte dall’assunto che la misurazione e l’analisi di processi fisiologici periferici e centrali permette la comprensione della mente umana e di conseguenza il miglioramento della qualità di vita sia in un’ottica di prevenzione che di miglioramento della propria salute.
La psicofisiologia propone quindi un intervento basato sulla plasticità cerebrale. Il trattamento con biofeedback e neurofeedback è senza effetti collaterali, non farmacologico e non invasivo per il paziente.

Staff Area Psicofisiologia

Dott.ssa Giulia Peroni
Dott.ssa Giulia PeroniPsicologa, Esperta in Neuropsicologia dell'Età Evolutiva
Pagina Personale

Prenota un Appuntamento

Se desiderate ricevere ulteriori informazioni riguardo a temi specifici, contattarci o richiedere un appuntamento compilate il modulo presente all’interno della pagina Contatti.

Per appuntamenti