Plasticità Cerebrale 2018-04-13T10:31:58+00:00

Plasticità Cerebrale

La plasticità cerebrale in Età Adulta

Negli ultimi anni la ricerca scientifica ha prodotto numerose pubblicazioni che hanno evidenziato la possibilità di modificazioni morfologiche e funzionali anche nel cervello adulto. Infatti, fino a metà del secolo scorso, vi era la convinzione che il cervello fosse modificabile solo nel corso dell’età evolutiva.
Con lo sviluppo della tecnologia, il progresso della medicina e la crescita esponenziale delle neuroscienze si è introdotto il concetto di plasticità cerebrale esteso a tutte le fasi della vita. Alla base della plasticità cerebrale vi sono tre meccanismi:
  • modificabilità della trasmissione sinaptica sia funzionale (intesa come la variazione della quantità di neurotrasmettitore liberato), sia morfologica (modificazioni di struttura dell’elemento prismatico e postsinaptico);
  • sprouting, dall’inglese germogliazione, consiste nella modificazione delle reti sintetiche con l’utilizzo di nuove connessioni o connessioni prima inattive che si sono sviluppate lungo l’assonna del neurone;
  • neurogenesi: proliferazione di alcune popolazioni di neuroni cerebrali post natali che assumono le caratteristiche di cellule staminali pluripotenti.
Questi meccanismi consentono al nostro cervello di cambiare il funzionamento dei circuiti neuroni e di produrre quindi riorganizzazioni cerebrali.

Le tipologie di Plasticità Cerebrale

Ma quali sono i fattori che inducono il cervello a riorganizzarsi nell’arco della vita? La scoperta della plasticità cerebrale nel cervello adulto si deve allo sviluppo della neuropsicologia che si occupa dello studio del funzionamento cerebrale in seguito a lesioni dovute a traumi cranici, eventi cerebro-vascolari (ictus, emorragie cerebrali), tumori cerebrali, malattie neurodegenerative, invecchiamento.
La letteratura scientifica riporta quattro forme di plasticità cerebrale:
  • l’espansione di mappe;
  • la riassegnazione cross-modale;
  • l’adattamento di aree omologhe;
  • il compenso mascherato o vicarianza.

Espansione di mappe

L’espansione di mappe corticali rappresenta la possibilità delle cortecce primarie di poter espandere ed allargare le proprie aree di rappresentazione durante l’acquisizione di abilità o la ripetizione di un compito. Naturalmente, questo processo si verifica anche all’inverso e quindi nei casi di deprivazione sensoriale vi è una conseguente riduzione dell’area di rappresentazione.

Riassegnazione cross-modale

La riassegnazione cross-modale si verifica quando una regione cerebrale originariamente assegnata ad una specifica modalità sensoriale viene deprivata dei suoi specifici input e conseguentemente a tale deprivazione la regione cerebrale si riorganizza cambiando la modalità sensoriale a cui era stata deputata a favore di una un’altra modalità sensoriale in base alle esigenze dell’individuo.

Adattamento di aree omologhe

L’adattamento di aree omologhe consiste nella possibilità di spostare le operazioni cognitive di un’area in cui è avvenuta una lesione nell’area omologa situata nell’altro emisfero cerebrale.

Compenso mascherato o vicarianza

Il compenso mascherato o vicarianza invece non rappresenta un vero processo di plasticità cerebrale, piuttosto una sorta di riorganizzazione funzionale a livello cognitivo, ossia la possibilità di sfruttare strategie differenti per arrivare allo stesso obiettivo. Ad esempio, se una persona ha subito un danno cerebrale con conseguente perdita della memoria a livello spaziale può utilizzare per orientarsi la memorizzazione verbale di indizi verbali al fine di sfruttare la memoria ma attraverso la modalità sensoriale uditivo anziché visiva.
I trattamenti di riabilitazione neuropsicologica e stimolazione cognitiva del centro CMP San Michele sono basati sui meccanismi di riorganizzazione cerebrale sopra citati in modo tale da sollecitare, promuovere ed incanalare la fisiologica plasticità neuronale.

Prenota un Appuntamento

Se desiderate ricevere ulteriori informazioni riguardo a temi specifici, contattarci o richiedere un appuntamento compilate il modulo presente all’interno della pagina Contatti.

Per appuntamenti