Che cos’è la Neurologia?

Ambulatori Polispecialistici CMP San Michele

La neurologia è la branca specialistica della medicina che studia le patologie del sistema nervoso centrale, del sistema periferico somatico e del sistema nervoso periferico autonomo. La Neurologia si occupa di indagare lo sviluppo, maturazione e mantenimento del sistema nervoso, la sua struttura anatomica e funzionale, con un’attenzione particolare al cervello e al ruolo che esso riveste nel comportamento e nella cognizione. 

Da dove origina la Neurologia?

Neurologia e Neuroscienze

Le conoscenze neurologiche si basano fortemente sulle scoperte realizzate nel campo delle neuroscienze, l’insieme degli studi scientificamente condotti sul sistema nervoso.
Con Neuroscienze si fa infatti riferimento ad una scienza sempre più interdisciplinare, che attinge da matematica, fisica, chimica, nanotecnologie, ingegneria, informatica, psicologia, medicina, biologia e filosofia. Le neuroscienze cercano di comprendere non solo i normali meccanismi del sistema nervoso, ma anche quello che non funziona adeguatamente nei disturbi dello sviluppo, psichiatrici e neurologici, con l’intento di trovare nuove strade per prevenirli o curarli.

Di cosa si occupa il neurologo?

Diagnosi e trattamento dei deficit cerebrali

Il neurologo è un medico specializzato in neurologia. Si occupa della diagnosi e del trattamento dei problemi che colpiscono il cervello, il midollo spinale e i nervi, senza però ricorrere alla chirurgia, ambito di azione del neurochirurgo. Molti neurologi sono ulteriormente specializzati in un settore della neurologia come ad esempio nel trattamento delle cefalee, dei disturbi del sonno, del dolore, dei tumori o delle malattie neurodegenerative come Parkinson o Morbo di Parkinson o la Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Quando potrebbe essere utile richiedere una consulenza neurologica?

Sintomi e disturbi di competenza del neurologo

In genere è consigliabile una visita specialistica neurologica nei casi in cui si presentano:

  • Disturbi del linguaggio e/o del movimento

  • Cefalee

  • Crisi epilettiche

  • Ictus/ischemie cerebrali

  • Malattie neurodegenerative (Morbo di Parkinson, Malattia di Alzheimer, Sclerosi Multipla)

  • Malattie infiammatorie

  • Malattie autoimmuni

Il Neurologo si riserverà di raccogliere, attraverso un’anamnesi, la storia clinica del paziente e del suo disturbo individuando quali potrebbero essere gli strumenti più adeguati (risonanza magnetica, tac, elettroencefalogramma, TAC, valutazione neuropsicologica) per una diagnosi accurata e una presa in carico funzionale alla problematica presentata.

Neurologia e Neuropsicologia: in che modo si integrano?

Dalla lesione cerebrale al funzionamento cognitivo

Molto frequentemente accade che Neurologo e Neuropsicologo si trovino ad unire le rispettive competenze per la presa in carico e trattamento di un paziente con esiti di trauma cranico, ad esempio, o con una diagnosi di Malattia di Alzheimer. Il neuropsicologo si occupa dei deficit cognitivi ed emotivo-motivazionali causati da lesioni o disfunzioni del sistema nervoso centrale.

Non a caso, infatti, la Neuropsicologia è una scienza interdisciplinare che, alle sue origini, integrava due discipline maggiori: Neurologia e Psicologia, per indagare le relazioni delle funzioni mentali (e i loro deficit), con il cervello.

L’integrazione tra Neurologia e Neuropsicologia nasce da 3 evidenze cliniche:

  • la mente è costituita da componenti separate e in larga misura indipendenti;

  • queste componenti sono localizzate in diverse regioni del cervello

  • lesioni cerebrali delimitate in queste aree possono compromettere le funzioni mentale.

Neurologo e Neuropsicologo lavorano pertanto in sinergia nell’individuazione di un possibile danno cerebrale e nella comprensione del livello di danno/impatto della funzione cognitiva corrispondente, rispettivamente, considerando l’ipotesi dell’ intervento più funzionale nel potenziamento o nel recupero delle funzioni cognitive più danneggiate.

Quali potrebbero essere i sintomi meritevoli di una visita neurologica?

L'importanza di richiedere una consulenza dal neurologo

Una visita neurologica potrebbe essere utile qualora si evidenziano:

  • difficoltà di coordinazione

  • debolezza muscolare

  • alterazioni percettive (tatto, vista, olfatto)

  • formicolii

  • incontinenza intestinale

  • problemi di memoria

  • disorientamento topografico (sensazione di confusione ed estraneità in luoghi familiari). 

Staff Area Neurologia

Ambulatori Polispecialistici CMP San Michele

STAFF CMP
NEUROLOGIA

Dott.ssa Jürgenson Ina Barbara

Medico Chirurgo Neurologo

Prenota un Appuntamento

Se desiderate ricevere ulteriori informazioni riguardo a temi specifici, contattarci o richiedere un appuntamento compilate il modulo presente all’interno della pagina Contatti.

Per appuntamenti