Neurofeedback 2018-04-23T13:15:02+00:00

Neurofeedback

Il Neurofeedback (eeg Biofeedback o Neurotherapy) è una tecnica psicofisiologica che permette la visualizzazione in tempo reale della propria attività elettroencefalografica. Attraverso un training di Neurofeedback si apprende a modulare e autoregolare il proprio funzionamento cerebrale. Lo scopo del training è quello di insegnare alla persona come sentire specifici stati di attivazione corticale e in che modo raggiungere tali stati volontariamente. Attraverso un training di Neurofeedback il cervello viene “educato” a produrre onde cerebrali in specifiche ampiezze e in specifiche posizioni fino a raggiungere il pattern di attività desiderato utile a raggiungere prestazioni cognitive migliori sia a livello scolastico/lavorativo che personale.
Nel concreto, durante una sessione di Neurofeedback vengono posti dei sensori sul cuoio capelluto dell’utente e il segnale eeg viene così visualizzato dal computer che “premia o punisce” (attraverso dei feedback uditivi o visivi) continuamente la prestazione confrontata a quella che viene richiesta e quindi impostata dal riabilitatore. In questo modo, grazie ad un esercizio continuativo, è possibile modificare attivamente il proprio funzionamento cerebrale.
Molti studi e ricerche scientifiche sul Neurofeedback hanno attestato la sua efficacia nel trattamento di numerose condizioni cliniche, quali l’ADHD, l’epilessia, l’ansia, la depressione, la sindrome da affaticamento cronico, la fibromialgia, il disturbo del sonno, la sindrome di Tourette, il disturbo ossessivo-compulsivo. Può essere utilizzato in associazione al Biofeedback per il trattamento di sindromi dolorose, come cefalea ed emicrania e buoni risultati, ma ancora in fase sperimentale, sono stati ottenuti anche nella riabilitazione conseguente a lesione cerebrale (ictus e traumi cranici), nell’autismo e nei tremori parkinsoniani. Il Neurofeedback è stato inoltre utilizzato per l’aumento delle performance cognitive, ad esempio nel miglioramento musicale, con gli atleti, con i dirigenti d’affari, per il miglioramento cognitivo in normali studenti di college e per l’aumento della memoria.

Vantaggi Neurofeedback

Il Neurofeedback si caratterizza per essere:
  • fondato su basi scientifiche;

  • una terapia modulata completamente personalizzata sulla persona che si sottopone al training poiché basata sull’analisi del suo elettroencefalogramma;
  • una terapia biologica ma non farmacologica poiché modifica le connessioni dei neuroni senza un intervento di tipo biochimico;
  • privo di effetti collaterali o contraindicazioni;
  • adatto a tutte le fasce di età, dai bambini agli anziani.
Inoltre, durante il training si lavora attivamente anche sulla consapevolezza delle proprie difficoltà e l’utente è totalmente coinvolto nel trattamento.

Problematiche e patologie trattate

Il Neurofeedback può essere utilizzato per una lunga serie di problematiche e/o patologie:
  • Disturbi dell’Attenzione e dell’Iperattività (ADHD);

  • riabilitazione cognitiva nei Traumi Cranici, negli Ictus e nelle Demenze;
  • depressione;
  • autismo;
  • Disturbi dell’Apprendimento (DSA);
  • epilessia;
  • bruxismo;
  • cefalea, emicrania;
  • potenziamento delle performance cognitive.
Il Neurofeedback ha una grande potenzialità nell’aiutare molte persone con problemi differenti e questo proprio per il fatto che viene eseguito un protocollo ad hoc per ogni singolo utente.

Staff Area Psicofisiologia

Dott.ssa Giulia PEroni
Dott.ssa Giulia PEroniPsicologa, Esperta in Neuropsicologia dell'Età Evolutiva
Pagina Personale

Prenota un Appuntamento

Se desiderate ricevere ulteriori informazioni riguardo a temi specifici, contattarci o richiedere un appuntamento compilate il modulo presente all’interno della pagina Contatti.

Per appuntamenti