La segreteria è attiva dalle ore 9:00 alle ore 20:00 tutti i giorni dal Lunedì al Venerdì.
Tel. Segreteria CMP: 045 89 22 166

Inquadramento clinico dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento

La Consensus Conference per i DSA

La legge 170 del 2010 intitolata «Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico» ha creato precise tutele per gli studenti che ricevono una diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento e ha creato le condizioni per una precisa determinazione dei criteri in base ai quali un alunno può valersi della legislazione.

La comunità dei clinici italiani ha per fortuna potuto fruire delle indicazioni emerse dai documenti Consensus Conference e in particolare delle precisazioni contenute nell’ultimo documento PARCC. Le diagnosi fatte in Italia utilizzano il sistema di codifica ICD-10 e del DSM-5 e si richiamano anche ai documenti Consensus Conference.

Le diagnosi fatte in Italia utilizzano il sistema di codifica ICD-10 e del DSM-5 e si richiamano anche ai documenti Consensus Conference.

  • F81.0 - disturbo specifico della lettura comprensivo della difficoltà nella comprensione del testo
  • F81.1 - disturbo specifico dell’ortografia (in assenza di F81.0)
  • F81.2 - disturbo specifico delle abilità aritmetiche.
  • F81.3 - disordine misto delle abilità scolastiche. Comorbidità di disturbo specifico delle abilità aritmetiche e di lettura e/o ortografia
  • F81.8 - disturbo dell’espressione scritta
  • F82.1 - disturbo evolutivo specifico della funzione motoria (inclusa la disprassia)

Linee guida sui criteri di gravità dei DSA

Il DSM-5 e i Disturbi Specifici dell’Apprendimento

Fra le novità del DSM-5 vi è anche una menzione a criteri di gravità dei DSA ripresa in analogia con la specifica di livelli di gravità per altri problemi e, in particolare, per le disabilità intellettive. Nel caso dei DSA le specificazioni sono le seguenti:

  • Lieve: il soggetto presenta alcune difficoltà ad apprendere competenze in uno o due domini accademici, ma ad un livello di gravità in cui l’individuo può essere capace di compensare in modo autonomo, se ben seguito.
  • Moderata: il soggetto presenta una marcata difficoltà ad apprendere abilità in uno o più domini accademici che rende improbabile che l’individuo possa raggiungere un livello di abilità adeguato senza periodi di insegnamento intenso e specializzato durante gli anni scolastici. Si rendono necessari un ridimensionamento del lavoro a scuola, o servizi di sostegno, per completare le attività in modo adeguato ed efficiente.
  • Severa: il soggetto presenta gravi difficoltà nell’apprendere, che influiscono su numerosi domini accademici, che rendono improbabile la possibilità che l’individuo apprenda quelle abilità senza insegnamento individualizzato e specializzato per la gran parte degli anni scolastici. Anche se aiutato appropriatamente, è possibile che l’individuo non sia in grado di completare tutte le attività in modo efficiente.

CONTATTI

Se desiderate ricevere ulteriori informazioni riguardo a temi specifici, contattarci o richiedere un appuntamento compilate il modulo presente all’interno della pagina Contatti.

CONTATTI