Area NEA 2018-03-19T19:38:44+00:00
Il Servizio di Neuropsicologia Adulti effettua valutazioni diagnostiche di tipo neuropsicologico, neurologico e logopediche finalizzate al processo di inquadramento diagnostico e di impostazione del trattamento riabilitativo, ove necessario.

Fase di diagnosi

Il servizio si rivolge agli utenti maggiori di 18 anni con:
  • difficoltà cognitive come perdita di memoria;

  • difficoltà di linguaggio;

  • cambiamenti comportamentali.

Quando si notano cambiamenti a carico del funzionamento del nostro cervello è necessario effettuare un approfondimento utile a comprendere l’entità della difficoltà e identificarne la causa.
Il percorso di diagnosi coinvolge spesso più professionisti sulla base della problematiche riscontrate. Il primo passo è quello della valutazione del funzionamento cognitivo (valutazione neuropsicologica) che guida il processo diagnostico sulla base delle prestazioni ottenute in test che hanno lo scopo di valutare l’efficienza di memoria, attenzione, ragionamento, velocità di elaborazione, analisi visuo-spaziale e linguaggio. Dopo questa prima fase, è fondamentale un lavoro di èquipe al fine di ottenere una valutazione multidisciplinare e con un approccio globale alla persona e alle sue necessità sulla base del modello bio-psico-sociale.

 

La persona al centro

Fase di Riabilitazione

Il servizio si rivolge agli utenti (a partire da 18 anni) che hanno già una diagnosi e desiderano impostare un trattamento di intervento in ambito cognitivo, logopedico e psicologico/psicoterapeutico.

 

Le problematiche principali che beneficiano dei nostri trattamenti personalizzati si possono suddividere in:

 

  • cerebrolesioni acquisite (traumi cranici, anossie cerebrali, idrocefalo, tumori cerebrali e cerebellari);
  • patologie cerebro-vascolari (ictus, emorragie cerebrali, TIA);
  • patologie dementigene a eziologia neurodegenerativa (malattia di Alzheimer, Demenza a corpi di Lewy, demenza fronto-temporale) e a eziologia vascolare;
  • malattie neurodegenerative (malattia di Parkinson, sclerosi multipla, sclerosi laterale amiotrofica, corea di Huntington);
  • perdita di memoria e Mild Cognitive Impairment;
  • abuso di sostanze;
  • disturbo dello spettro autistico, disabilità intellettiva, ADHD;
  • concussione cerebrale (trauma cranico lieve).
Il servizio, inoltre, si occupa anche di creare programmi di potenziamento cognitivo al fine di migliorare le proprie prestazioni cognitive in un’ottica di benessere globale e prevenzione.

 

Team Multidisciplinare

  • Psicologo in ambito Neuropsicologico

  • Psicoterapeuta

  • Neurologo

  • Fisiatra

  • Psichiatra

  • Logopedista

Come sopra riportato, la valutazione neuropsicologica permette di inquadrare in modo specifico la natura funzionale del deficit e le possibilità/modalità di trattamento o compensazione. Ai fini diagnostici vengono utilizzati test standardizzati che mirano alla valutazione del livello di compromissione delle diverse funzioni cognitive. In abbinamento alla valutazione del funzionamento cognitivo, può essere svolto anche un approfondimento psicofisiologico. In questo modo, al termine della valutazione, è possibile tracciare il profilo neuropsicologico del paziente, evidenziando i processi deficitari e quelli integri.

 

Naturalmente, accanto alla valutazione funzionale del danno vi è una particolare attenzione alla dimensione psicologica della persona, alle sue aspettative e alla sua progettualità di vita. Per questo all’interno dell’équipe multidisciplinare vi è la figura dello psicoterapeuta che attraverso un percorso legato alla presa di coscienza sostiene l’utente e la sua famiglia in un percorso di reinserimento sociale e lavorativo/scolastico.

 

Prenota un Appuntamento

Se desiderate ricevere ulteriori informazioni riguardo a temi specifici, contattarci o richiedere un appuntamento compilate il modulo presente all’interno della pagina Contatti.

Per appuntamenti